FILM: Come far saltare in aria un oleodotto – Recensione

Uno dei problemi con la maggior parte dei film con un vago sentimento di sinistra a Hollywood al giorno d’oggi è che sono tutti gestiti da grandi società e firmati da completi; quindi non posso dire nulla di troppo provocatorio oltre il centrosinistra; prestando a volte un sentimento vuoto. Per fortuna non è il caso di Daniel Goldhaber Come far saltare in aria un oleodotto, un film che sembra quasi – quando si guarda allo stato dei film nel mercato odierno – praticamente rivoluzionario. Fa quello che dice sulla scatola: seguiamo un gruppo in erba di rivoluzionari che si uniscono da diversi background dedicati alla causa. Il film prende in prestito da Tarantino nel modo in cui si imposta, attingendo da Le Iene per mostrare l’evento in pratica prima di mostrare come i personaggi sono arrivati ​​dove sono oggi: tira personaggi che sono tutti interpretati in modo credibile dai loro attori come persone reali: Ariela Barer, Forrest Goodluck, Sasha Lane, Lukas Gage, Jack Weary e altri ancora guardare la parte.

È un film che farebbe un doppio lungometraggio con il fantastico di Kelly Reichardt Mosse notturne. Il film usa l’intrattenimento per far conoscere la sua causa: è emozionante come un film di rapina, teso come un film di guerra: potrebbe anche esserlo per i suoi personaggi. È reale e sembra il suo più grande risultato, non c’è finto attivismo: questa è la cosa reale. Le relazioni tra questi personaggi sono tratte insieme in un modo umano che non si tira mai indietro e compriamo perché questi personaggi sono o non sono amici, c’è una chimica tra le coppie, eppure il gruppo ha le proprie suddivisioni di ciò che stanno provando da realizzare e l’obiettivo finale del loro movimento radicale e ciò che stanno cercando di mettere in gioco. Ho adorato il modo in cui l’intera faccenda si è ancorata attorno alla performance di Ariela Barer nei panni di Xochitl, praticamente alla perfezione – e Tehillah De Castro fa miracoli con la cinematografia per dare un lato del Texas che non si vede comunemente. Abbinalo alla colonna sonora di Gavin Brivik e otterrai un petardo di un’immagine: una bomba a orologeria in senso letterale; che potrebbe finire per essere un contendente per uno dei più audaci dell’anno.

Il film mette in mostra l’assemblea di un gruppo paramilitare e dà a questi personaggi motivazioni importanti che sembrano credibili e non mezze. C’è un sacco di Le Iene in esso, rendendolo uno dei migliori film da allora, Le Iene, e mi piace il fatto che il gruppo si senta disorganizzato e caotico con ognuno lì per il proprio programma: lo specialista di bombe di Michael di Forrest Goodluck potrebbe essere il più vicino che la banda ha a un ragazzo che fa le cose, freddo ed efficiente, ed è la sua trama che giustifica l’atto più – non che debba essere – puoi vedere cosa hanno fatto le compagnie petrolifere per terra occupata dai nativi americani, mentre l’inquinamento da petrolio ha portato alla diagnosi di una grave malattia a Theo di Sasha Lane. Nessuno di questi personaggi ha niente da perdere: è la guerra – dall’inizio alla fine – e Come far saltare in aria un oleodotto è un grido di battaglia.

Separati dalla tua corsa al film di rapina al mulino evitando il fatto che la maggior parte di loro sembra riguardare il crimine che non funziona per loro: ti trascina in una lenza e un piombino. È una prospettiva così rara per un film come questo che sembra incredibilmente accogliente e ti innamori all’istante. Traendo ispirazione dal libro di saggistica su un argomento simile di Andreas Malm, il film dipinge una visione secondo cui la crisi dell’estinzione climatica non è solo una distopia fantasy sullo sfondo di un film di fantascienza, è qui, e Come far saltare in aria un oleodotto si sente molto radicato nel qui e ora. È un richiamo diretto ai film della classe operaia del suo genere attori che guarda la parte; non c’è nessuna star di Hollywood mascherata da qualcuno che vuole combattere per una causa – anche se sì, questi sono attori, non star, questo film li fa recitare davvero, e tu credi alla loro lotta.

L’attenzione su Michael come leggendario capobanda dei gruppi da un movimento tiktok solista clandestino conferisce al film gran parte del suo vantaggio narrativo; e Goodluck porta un senso di feroce impegno nel ruolo in cui non sei mai del tutto sicuro che sarà il prossimo. Mi piace molto l’energia di Lane da non dare-cazzate-stiamo tutti-per-morire che l’attore ha messo in campo nella maggior parte delle sue interpretazioni – eccellente in American Honey, alla pari qui, quella libertà di giovanile ribellione che deriva dalla scelta e da un buon agente. È in diretto contrasto con Logan e Rowan (Lukas Gage, Kristine Froseth), una coppia che si ama più di ogni altra cosa – e questo fornisce la forza trainante della loro narrazione. Il loro retroscena è affascinante, arriva così tardi nel film – gli fa guadagnare i suoi paragoni di Reservoir Dogs quando va per gli evidenti omaggi di Tarantino – e la sua sanguinosa rabbia della giovinezza arriva incanalandosi attraverso la sua causa. Non è sufficiente che queste persone combattano; devono ottenere il sostegno del pubblico: sono consapevoli che le persone catturate devono corrispondere all’immagine del pubblico. C’è un commento oscuro sui social media qui e nell’era attuale; che scorre Come far saltare in aria un oleodotto come un coltello taglia la tensione come un coltello.

I fan di Michael Mann si ritroveranno come a casa grazie a una colonna sonora in stile Tangerine Dream e a una trama che riecheggia qualcosa di simile a Ladro – attingendo da molte ispirazioni ma facendolo in un modo che presenta la cosa più rara: un nuovo capolavoro originale. Supportato da una colonna sonora cinetica e inebriante di Gavin Brivik che lo rende totalmente avvincente. Un futuro classico? Forse – è troppo presto per dirlo – ma questo rimarrà con me per molto, molto tempo.

Fonte: https://www.spoilertv.com/2023/04/movies-how-to-blow-up-pipeline-review.html

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.