Fine dello sciopero degli scrittori, sciopero degli attori ancora in corso.

Fine dello sciopero degli scrittori, sciopero degli attori ancora in corso.

I leader della Screenwriters Union of America hanno accettato l’accordo provvisorio per porre fine allo sciopero degli sceneggiatori dopo cinque mesi di picchetti e trattative tese. Ma lo sciopero degli attori continua, almeno per ora.

Un accordo favorevole agli sceneggiatori

Il nuovo accordo, che va dal 25 settembre 2023 al 1 maggio 2026, risponde a molte delle richieste degli sceneggiatori, in particolare per quanto riguarda la protezione contro l’intelligenza artificiale, i diritti d’autore e la trasparenza dei dati.

L’Unione degli sceneggiatori ha annunciato ai suoi membri di aver negoziato un nuovo sistema di royalty basato sul pubblico. Ciò significa che gli sceneggiatori riceveranno un bonus in base ai progetti di streaming visualizzati da almeno il 20% degli abbonati nazionali del servizio entro i primi 90 giorni dal rilascio o nei primi 90 giorni di qualsiasi anno successivo di esposizione.

Le piattaforme di streaming forniranno inoltre al sindacato, soggetto a un accordo di riservatezza, “il numero totale di ore visualizzate, sia a livello nazionale che internazionale, per programmi di streaming autoprodotti ad alto budget (ad esempio, una serie originale Netflix)”.

Inoltre, gli autori hanno ricevuto un aumento salariale minimo del 5%-4%-3,5% per la durata del contratto triennale. Hanno anche compiuto notevoli progressi nelle loro richieste di personale minimo e permanenza nelle sale di scrittura televisiva.

Le sale di sviluppo devono avere almeno tre sceneggiatori-produttori e una durata lavorativa di 10 settimane consecutive, mentre le sale di post-produzione devono avere almeno 20 settimane o la durata totale della sala di post-produzione, a seconda della durata più breve.

L’uso dell’intelligenza artificiale

L’uso dell’intelligenza artificiale nella programmazione con script è stato un altro punto chiave delle richieste dell’Unione degli sceneggiatori. Secondo i termini dell’accordo, “l’IA non può scrivere o riscrivere opere letterarie e il materiale generato dall’IA non sarà considerato una fonte”, il che significa che il materiale creato dall’IA non può essere utilizzato per mettere in discussione il merito di uno sceneggiatore.

Inoltre, in base al nuovo accordo, ogni scrittore di un team di scrittori riceverà contributi pensionistici e sanitari fino al tetto applicabile, come se fosse un singolo scrittore invece di dividere il tetto applicabile.

L’accordo con l’Alleanza dei produttori cinematografici e televisivi è stato raggiunto il 24 settembre. Intanto prosegue lo sciopero del SAG-AFTRA, iniziato il 14 luglio. Con gli attori ancora in sciopero, ci vorrà ancora del tempo prima che la televisione ritorni alla normalità.

Fonte: www.tvinsider.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.