I creatori del programma televisivo The Last Of Us discutono del contraccolpo sui cambiamenti rispetto al gioco

The Last of Us della HBO apporta una serie di modifiche significative rispetto al videogioco e i creatori dello show hanno discusso di questo e altro in una nuova intervista con Variety. L’intervista è piena di spoiler, quindi tienilo a mente se scegli di continuare a leggere.

Nel videogioco, l’epidemia si diffonde dalle spore, ma nella serie TV deriva dai viticci del cordycep. Parlando con Variety, il co-creatore della serie e direttore del gioco Neil Druckmann ha dichiarato: “Abbiamo avuto molte conversazioni su cos’altro possiamo fare con il vettore oltre ai morsi”. Ha aggiunto: “Abbiamo esaminato i concept art in cui c’è questa implicazione del fungo che cresce sotto la pelle. E se fosse quello il problema? Non si tratta tanto del morso, hanno solo bisogno di questi viticci per passare da un ospite all’altro e questo è come si diffonde l’infezione”.

In riproduzione: Ripartizione dell’episodio 2 di The Last of Us, intervista ad Anna Torv, reazioni sui social

L’altro creatore dello show, Craig Mazin, ha affermato che la serie Last of Us della HBO non ha riconnesso il gioco perché le spore sono effettivamente menzionate ed esistono nel mondo dello show televisivo.

“Se ascolti attentamente, viene menzionata la parola ‘spore’. Non so necessariamente se vedremo delle spore questa volta, ma dire che il nostro mondo ne è privo non sarebbe esatto. Non Non lo so ancora bene”, ha detto. “Fa parte del divertimento dell’adattamento, e lasciare che i nostri personaggi scoprano questi bordi sfocati della mappa man mano che l’avventura continua”.

Questi cambiamenti rispetto al materiale originale hanno sconvolto alcuni fan, ma questa non è una novità per Druckmann o Mazin. Druckmann ha detto che è diventato così abituato al contraccolpo che se lo aspetterebbe dal semplice atto di starnutire.

“Penso che parli al tipo di fan che abbiamo, che sono così protettivi e amano così tanto il mondo e questi personaggi che tutto ciò che vedono come una deviazione, senza il contesto completo di ciò che significa, presumono il peggio e spingono di nuovo su di esso”, ha detto Druckmann. “Penso che l’aggiunta sia qualcosa di utile. In realtà è una di quelle aggiunte in cui sono tipo, ‘Oh amico, vorrei che l’avessimo avuto per il gioco. Vorrei che ci avessimo pensato anni fa, perché mi piace così tanto .'”

Per quanto riguarda Mazin, non è infastidito dal fatto che le persone siano sconvolte dai cambiamenti nello show della HBO rispetto al gioco. Ha detto che dovrebbe essere così fortunato a lavorare in un franchising a cui le persone tengono così tanto.

“Va bene se le persone ne sono sconvolte, non le biasimo. Tutti sognano di lavorare su qualcosa in cui il coinvolgimento dei fan sia a questo livello, in cui le persone discuteranno su queste cose o si sentiranno appassionate”, ha detto. . “Sento che a volte, se vedi come va, penso che starai bene. Sono successe molte cose, ma ci saranno sicuramente anche persone che dicono, ‘Sei fottuto’ e Capisco. Sicuramente non renderemo tutti felici, lo so bene”.

Un altro grande cambiamento rispetto al gioco è avvenuto durante l’episodio del 22 gennaio di The Last of Us, in cui Tess (Anna Torv) viene uccisa da un “bacio clicker” invece di essere uccisa dai soldati come se fosse nel gioco. Mazin ha detto che questa scena era “inquietante” e “violenta”, ma tematicamente appropriata.

“Penso che sia molto primordiale nel modo in cui invade il tuo stesso corpo. Per usare una parola abusata, si sta innescando”, ha detto Mazin. “È una straordinaria combinazione tra la regia di Neil, la recitazione di Anna Torv quando ovviamente non c’è nulla, e il nostro dipartimento degli effetti visivi che fa questo lavoro meraviglioso per far sì che tutto si unisca e sembri reale e terribile”.

Per ulteriori informazioni, dai un’occhiata all’intervista di GameSpot con Torv sulla drammatica scena.

I prodotti discussi qui sono stati scelti in modo indipendente dai nostri redattori. GameSpot può ottenere una quota delle entrate se acquisti qualcosa presente sul nostro sito.

Fonte: https://www.gamespot.com/articles/the-last-of-us-tv-show-creators-discuss-backlash-about-changes-from-the-game/1100-6510788/

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.