Il dirigente di Apple Eddy Cue testimonia nella causa di Google per un accordo di ricerca da 19 miliardi di dollari

Il dirigente di Apple Eddy Cue testimonia nella causa di Google per un accordo di ricerca da 19 miliardi di dollari

Google accusato di monopolizzare la ricerca online attraverso accordi di licenza: cosa potrebbero rivelare il vicepresidente di Apple Eddy Cue e il processo

Il vicepresidente senior di Apple testimonierà nel processo sul monopolio di Google

Eddy Cue, vicepresidente senior dei servizi di Apple Inc., testimonierà in un caso presso un tribunale federale in cui il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti accusa Google di monopolizzare la ricerca online attraverso accordi di licenza. Il focus del processo è sull’accordo tra Google e Apple, in cui Google paga ad Apple miliardi di dollari per essere il motore di ricerca predefinito nel browser dell’iPhone e in altre impostazioni. Cue, che ha negoziato l’accordo da parte di Apple, dovrebbe testimoniare che Apple ha scelto Google come motore di ricerca predefinito perché era il miglior prodotto disponibile.

L’accordo dietro le quinte tra Apple e Google

Il processo offre uno sguardo raro su uno degli accordi più significativi del settore tecnologico, rimasto in gran parte segreto per anni. Le stime suggeriscono che Google paga ad Apple fino a 19 miliardi di dollari all’anno per il posizionamento predefinito, rendendolo uno dei costi più alti di Google. In cambio, gli introiti pubblicitari che Apple raccoglie da Google rappresentano una parte significativa dei profitti di Apple. Apple lo riporta come entrate pubblicitarie nel suo business dei servizi, contribuendo alle sue vendite di 78,1 miliardi di dollari nell’anno fiscale 2022.

L’attesa testimonianza di Cue potrebbe far luce sui termini dell’accordo e sulle ragioni dietro la decisione di Apple di scegliere Google come motore di ricerca predefinito. È probabile che menzioni anche che Apple ha accordi di compartecipazione alle entrate con motori di ricerca concorrenti, tra cui Yahoo, Microsoft Bing, DuckDuckGo ed Ecosia. Inoltre, si prevede che Cue sottolineerà che gli utenti Apple hanno la possibilità di modificare i propri motori di ricerca predefiniti, sfatando le affermazioni di monopolio.

L’importanza del processo

Il processo Google, che dovrebbe durare 10 settimane, è il caso di monopolio tecnologico più significativo dall’azione del Dipartimento di Giustizia contro Microsoft oltre due decenni fa. Il Dipartimento di Giustizia sostiene che Google viola le leggi antimonopolio attraverso accordi esclusivi con produttori di telefoni cellulari per il suo sistema operativo Android e società di browser per il posizionamento predefinito. Secondo il governo, questi accordi creano barriere all’ingresso per i motori di ricerca concorrenti.

La testimonianza e i documenti finanziari presentati durante la testimonianza di Cue potrebbero potenzialmente portare ulteriori approfondimenti. Tuttavia, molte di queste informazioni potrebbero rimanere sigillate e non disponibili al pubblico. La settimana scorsa, John Giannandrea di Apple, che in precedenza aveva lavorato presso Google sul suo motore di ricerca, ha testimoniato in una parte del processo che è stata aperta.

Il processo si svolgerà nelle prossime settimane, con il DOJ, una coalizione di procuratori generali, e infine Google che presenteranno i loro casi. Si prevede che testimonierà anche il CEO di Google, Sundar Pichai.

Fonte: www.cnbc.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.