Il remake di “Road House” (2024): recensione del nuovo film.

Il remake di “Road House” (2024): recensione del nuovo film.

Road House Remake (2024): Un ritorno deludente

La settimana scorsa, dopo aver avuto a che fare con l'allagamento del mio seminterrato a causa di un guasto alla pompa di raccolta durante uno dei più grandi temporali recenti che ricordi, sono riuscito finalmente a rilassarmi. E poi mi imbatto nel remake di Road House del 1989 su Prime, con la scritta “Popular Now” sotto. Considero l'originale un piacere colpevole (chi non lo fa?); Patrick Swayze, all'apice della sua popolarità (dopo Dirty Dancing e prima di Ghost), interpreta Dalton, l'eccezionale combattente con un dottorato che si guadagna da vivere lavorando in un bar “cooler”. La storia ha come protagonista Kevin Tighe, una star della serie TV “ER”, che ha “ereditato dei soldi” e convince Dalton a raggiungerlo a Jasper, nel Missouri, per aiutarlo a rimettersi in piedi nel suo bar, il Double Deuce.

Gli sforzi di Dalton finiscono per far arrabbiare Brad Wesley, interpretato da Ben Gazzara, che cerca di governare la città con un pugno di ferro in stile mafioso. I litigi, le battute cult (“C'è sempre una scuola per i capelli”) e l'interesse amoroso di Dalton, la dottoressa Elizabeth Clay (interpretata da Kelly Lynch fresca del suo ruolo in bikini in Cocktail), si uniscono per offrire un po' di intrattenimento kitsch , più di 30 anni dopo qualcuno ebbe la brillante idea di realizzare un remake di questo film.

In questo remake del 2024, Jake Gyllenhaal interpreta Dalton. Mentre Swayze era zen, filosofico e colto, Gyllenhaal è un ex combattente UFC che si guadagna da vivere spaventando i suoi avversari dal combatterlo a causa della sua reputazione.

Una modernizzazione a mezzi toni

Amazon Studios, come Disney e Netflix, vuole attirare il “pubblico moderno”, il personaggio originale di Tighe è ora interpretato dalla giovane donna nera Jessica Williams, che interpreta Frankie, che cerca di convincere Dalton a dire la verità nel suo bar in Florida dal nome intelligente “Casa sulla strada”. Nonostante un'offerta iniziale di 5.000 dollari a settimana, Dalton inizialmente rifiuta. Ancora perseguitato dal suo passato sul ring, cerca di togliersi la vita, ma all'ultimo momento torna indietro e decide finalmente di andare in Florida.

Altri tocchi per il “pubblico moderno” di Amazon includono l'amicizia di Dalton con i proprietari della libreria, Stephen e sua figlia Charlie, al suo arrivo in Florida, così come con i due baristi di Road House e un buttafuori extra che sembra adatto a lui. Tuttavia, non preoccuparti: i cattivi principali sono ancora uomini bianchi!

Una fine deludente

Alla fine, Gyllenhaal fa un buon lavoro nei panni di un Dalton diverso, ma l'aggiunta di personaggi per attrarre il pubblico moderno sembra forzata. Billy Magnussen nei panni di Brandt è ben lontano dall'aura di malvagità di Wesley interpretato da Ben Gazzara nell'originale. Se hai bisogno di una dose di piacere colpevole, resta con l'originale Road House.

Fonte: sanguinamentofool.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.