La vera Edie Flowers di “Painkiller” su Netflix: vero personaggio?

La vera Edie Flowers di “Painkiller” su Netflix: vero personaggio?

Sei dipendente dalle serie Netflix e stai cercando la tua prossima ossessione? Non cercate oltre, abbiamo qualcosa che catturerà la vostra attenzione. La nuova serie Netflix Painkiller esplora la crisi degli oppioidi dall’alto verso il basso, esaminando come il presidente di un’azienda farmaceutica ha prodotto OxyContin nonostante fosse a conoscenza delle sue qualità di dipendenza, fino ai venditori che hanno promosso il farmaco in tutti i paesi. La serie approfondisce anche le vite di coloro le cui vite sono state sconvolte dall’assunzione della droga, così come quella di un avvocato di nome Edie Flowers che ha cercato di capire dove le cose sono andate storte. Painkiller offre uno sguardo accattivante su come si è sviluppata l’epidemia di oppioidi e molte persone sono entusiaste del ritratto di Uzo Aduba nei panni di Edie. Ma Edie Flowers è una persona reale? Ecco cosa devi sapere.

Antidolorifico: una storia vera?

Sì, Painkiller è basato su una storia vera. La trama di questo dramma è basata sul libro Pain Killer di Barry Meier, pubblicato nel 2003, così come su un articolo del New Yorker intitolato “The Family That Built the Empire of Pain” che è apparso nel 2017, secondo Netflix.

Edie Flowers: una persona reale?

Edie è in realtà un “personaggio composito”, il che significa che è una creazione immaginaria che unisce diverse persone. “L’universo di Edie Flowers, che è un personaggio immaginario, ma che è il risultato della fusione di diversi investigatori, si intreccia con quello del verissimo Richard Sackler”, spiega Uzo in un’intervista per Tudum di Netflix. “I momenti in cui questi due mondi si scontrano sono incredibilmente potenti e di grande impatto”. Richard Sackler, nel caso non avessi ancora visto il dramma, è un potente magnate farmaceutico.

L’indagine della squadra di Edie

La serie mostra come Edie fa sapere di avere un legame personale con OxyContin dopo che il suo capo l’ha avvertita di non assumere un gigante farmaceutico. Scopre che l’aumento delle prescrizioni di OxyContin è collegato a un aumento dei senzatetto, della criminalità e delle morti per overdose. Scopre anche che l’approvazione della FDA di cui gode la società dietro OxyContin si basa su false affermazioni. Come mostrato nella serie, una delle segretarie nell’ufficio di Richard Sackler alla fine rivela che il suo capo e altri erano consapevoli della natura avvincente di OxyContin, ma hanno deciso di produrlo comunque. Edie riesce a costruire un caso e citare in giudizio il gigante farmaceutico.

Quando si svolge Painkiller?

Painkiller è ambientato alla fine degli anni ’90, secondo Variety.

Quanti episodi ha Painkiller?

Painkiller ha sei episodi disponibili su Netflix. La serie è attualmente in streaming.

Allora, sei pronto per immergerti in questa avvincente serie basata su eventi reali? Preparati ad essere affascinato dalla storia di Edie Flowers e dalla crisi degli oppioidi che ha scosso l’America.

Fonte: www.womenshealthmag.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.