Morto a 60 anni Lance Reddick, star di ‘The Wire’ e ‘John Wick’

NEW YORK — Lance Reddick, un caratterista specializzato in figure di autorità intense, gelide e forse sinistre in TV e film, tra cui “The Wire”, “Fringe” e il franchise di “John Wick”, è morto. Aveva 60 anni.

Reddick è morto “improvvisamente” venerdì mattina, ha detto in una dichiarazione la sua pubblicista Mia Hansen, attribuendo la sua morte a cause naturali. Non sono stati forniti dettagli aggiuntivi.

Wendell Pierce, co-protagonista di Reddick in “The Wire”, ha reso omaggio su Twitter. “Un uomo di grande forza e grazia”, ​​ha scritto. “Tanto talentuoso musicista quanto attore. L’epitome della classe.” Il regista di “John Wick – Capitolo quattro” Chad Stahelski e la star Keanu Reeves hanno detto che stavano dedicando il film in uscita a Reddick e sono stati “profondamente rattristati e con il cuore spezzato per la perdita”.

Durante la sua carriera, Reddick indossava spesso un completo o un’uniforme nitida, interpretando uomini distinguibili alti, taciturni ed eleganti. Era meglio conosciuto per il ruolo del tenente tenente Cedric Daniels nella serie di successo della HBO “The Wire”, in cui il suo personaggio era intrappolato in modo straziante nella politica disordinata del dipartimento di polizia di Baltimora.

Il creatore di “The Wire” David Simon ha elogiato Reddick su Twitter: “Professionista consumato, collaboratore devoto, uomo adorabile e gentile, amico leale. Potrei andare avanti, ma no, non posso andare avanti. Questo è sventramento. E molto, molto, troppo presto.

“Sono un artista nel cuore. Sento di essere molto bravo in quello che faccio. Quando sono andato alla scuola di recitazione, sapevo di avere talento almeno quanto gli altri studenti, ma poiché ero un uomo di colore e non ero carino, sapevo che avrei dovuto lavorare sodo per essere il migliore che avrei potuto. essere, e farsi notare”, ha detto Reddick al Los Angeles Times nel 2009.

Reddick ha anche recitato nella serie della Fox “Fringe” nei panni dell’agente speciale Phillip Broyles, l’elegante Matthew Abaddon in “Lost” e ha interpretato il poliedrico portiere del Continental Hotel Charon nei film della Lionsgate “John Wick”, incluso il quarto nel serie che uscirà alla fine di questo mese.

“Il mondo di Wick non sarebbe quello che è senza Lance Reddick e l’impareggiabile profondità che ha apportato all’umanità e al carisma imperturbabile di Charon. Lance lascia un’eredità indelebile e un lavoro estremamente impressionante, ma lo ricorderemo come il nostro adorabile, gioioso amico e Concierge”, ha dichiarato Lionsgate in una nota.

Reddick ha ottenuto una nomination ai SAG Award nel 2021 come parte dell’ensemble per il film di Regina King “One Night in Miami”. Ha interpretato ruoli ricorrenti in “Intelligence” e “American Horror Story” ed è stato nello show “Bosch” per i suoi sette anni.

I suoi prossimi progetti includono il remake della 20th Century di “White Men Can’t Jump” e “Shirley”, il film biografico di Netflix sull’ex membro del Congresso Shirley Chisholm. Doveva anche apparire nello spin-off di “John Wick” “Ballerina”, così come in “The Caine Mutiny Court-Martial”.

Il Reddick, nato e cresciuto a Baltimora, era un laureato della scuola di recitazione della Yale University che ha avuto un certo successo dopo la scuola ottenendo ruoli da ospite o ricorrenti in “CSI: Miami” e “Law & Ordine: Unità vittime speciali. È anche apparso in diversi film, tra cui “I Dreamed of Africa”, “The Siege” e “Great Expectations”.

È stato nella quarta stagione di “Oz”, nel ruolo di un ufficiale sotto copertura condannato mandato in prigione che diventa un tossicodipendente, che Reddick ha avuto una svolta nella carriera.

“Non sono mai stato interessato alla televisione. L’ho sempre visto come un mezzo per raggiungere un fine. Come tanti attori, ero interessato solo a fare teatro e film. Ma ‘Oz’ ha cambiato la televisione. Fu l’inizio del regno della HBO su cose di qualità, spigolose e artistiche. Cose che richiamano il grande cinema degli anni ’60 e ’70”, ha detto all’Associated Press nel 2011.

“Quando si è presentata l’opportunità di ‘Oz’, ho colto al volo. E quando ho letto il pilot di “The Wire”, come un ragazzo che non ha mai voluto essere in televisione, ho capito che dovevo essere in questo show.

Reddick ha frequentato la prestigiosa Eastman School of Music, dove ha studiato composizione classica e ha suonato il pianoforte. Il suo primo album, il jazz “Contemplations and Remembrances”, è uscito nel 2011.

Ha avuto un ruolo ricorrente come Jeffrey Tetazoo, direttore della Central Intelligence Agency, nella serie della CBS “Intelligence”. In “American Horror Story: Coven”, ha interpretato Papa Legba, l’intermediario tra l’umanità e il mondo degli spiriti.

Reddick lascia sua moglie, Stephanie Reddick, e i figli, Yvonne Nicole Reddick e Christopher Reddick.

La sua morte è stata segnalata per la prima volta dal sito Web di celebrità TMZ.com.

___

Mark Kennedy è su http://twitter.com/KennedyTwits

Fonte: https://abcnews.go.com/US/wireStory/lance-reddick-wire-john-wick-star-dies-60-97948793

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.