Netflix non riesce a dare vita all’iconico arco narrativo di One Piece nonostante un budget di 138 milioni di dollari.

Netflix non riesce a dare vita all’iconico arco narrativo di One Piece nonostante un budget di 138 milioni di dollari.

La serie di adattamento live-action del popolare manga e anime One Piece ha riscosso un grande successo nelle prime settimane e continua ad essere molto apprezzata. La serie racconta le avventure di Monkey D. Rufy, un giovane pirata che aspira a diventare il Re dei Pirati trovando il tesoro di Gol D. Roger. La prima stagione di One Piece su Netflix ha quasi adattato l’arco finale della saga East Blue dal manga. La storia copre la maggior parte dei primi 100 episodi del manga ed è molto popolare tra i fan.

Steven Maeda voleva includere l’arco narrativo di Loguetown

Loguetown è il sesto e ultimo arco narrativo dell’epica East Blue, dove i Pirati di Cappello di Paglia fanno un’ultima deviazione per fare rifornimento prima di entrare nella Rotta Maggiore. La città, che occupa quasi un’intera isola, fu inizialmente presentata al pubblico come il luogo dell’esecuzione di Gold Roger, dove annunciò l’esistenza del cosiddetto tesoro e incoraggiò il mondo a trovarlo. Si trova nel Mare Orientale ed è stato introdotto nel capitolo 1 del manga di Eiichiro Oda. Tuttavia, il successivo inserimento di questo arco narrativo nella serie non è stato possibile e Maeda ne ha spiegato il motivo durante un’intervista a ScreenRant. Ha detto: “Il più grande per me che non potevamo fare era Loguetown al giorno d’oggi, e avevamo bisogno di altri due episodi per poterlo fare, ma non c’era il budget, non c’era tempo sullo schermo. E negli otto episodi non c’era spazio per farlo nel modo in cui meritava di essere fatto. E così vediamo Loguetown fin dall’inizio con l’esecuzione di Roger. E ovviamente volevo tornare a Loguetown e non riuscivo a inserirlo in tutti gli otto episodi. Avevo la sensazione che stessimo correndo ed era anche una costruzione molto costosa. Quindi è un rammarico, questo è certo”.

L’importanza dell’arco narrativo di Loguetown nella saga dell’East Blue

Non solo l’arco narrativo di Loguetown è stato tagliato dall’adattamento live-action di One Piece, ma i creatori della serie hanno anche deciso di tagliare il segmento di Rare Animal Island fino ad Arlong. Tuttavia, dato che l’arco narrativo di Loguetown concludeva la saga East Blue del manga One Piece, avrebbe potuto essere incluso nella serie. Dato che conteneva gli ultimi cinque capitoli dei primi 100 del manga, avrebbe avuto senso vedere Loguetown apparire nell’adattamento live-action.

Tuttavia, rimandare Loguetown a più tardi potrebbe funzionare meglio nella trama futura di One Piece. Il desiderio del co-showrunner di non affrettare un arco narrativo così importante dimostra che il team desidera rimanere fedele alle storie individuali e allo sviluppo dei personaggi.

Fonte: fandomwire.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.