Netflix sta preparando la fase successiva della sua strategia pubblicitaria televisiva programmatica.

Netflix sta preparando la fase successiva della sua strategia pubblicitaria televisiva programmatica.

Netflix prevede di offrire più opzioni di acquisto programmatico agli inserzionisti. In occasione del primo anniversario del lancio della sua attività pubblicitaria questa settimana, il servizio di streaming sta lavorando per espandere la parte programmatica di tale attività. Netflix ha iniziato a parlare con gli acquirenti di annunci per consentire loro di acquistare il suo inventario pubblicitario attraverso piattaforme lato domanda diverse da Xandr di proprietà di Microsoft, secondo tre dirigenti dell’agenzia a conoscenza delle informazioni. Le discussioni sono descritte come preliminari, senza alcuna data disponibile per l’implementazione di questa opzione. Tuttavia, questa opzione sarebbe limitata agli accordi privati ​​sul mercato programmatico, invece di rendere disponibile l’inventario di Netflix attraverso il mercato programmatico aperto. Netflix ha rifiutato di commentare la questione. In precedenza era stato riferito che la partnership conclusa tra Netflix e Microsoft nel luglio 2022 sarebbe dovuta durare due anni e che Netflix aveva esplorato altre opzioni tecnologiche pubblicitarie. Nel luglio 2023, il Wall Street Journal ha riferito che Netflix stava rivedendo il suo accordo con Microsoft. Dopo aver introdotto l’offerta supportata da pubblicità, DSP di Microsoft è stata l’unica opzione per gli inserzionisti che desiderano acquistare l’inventario del servizio in modo programmatico. Netflix, tuttavia, ha incoraggiato gli inserzionisti ad adottare la DSP, offrendo uno sconto del 5% sugli acquisti pubblicitari abilitati tramite essa, rispetto ai voucher tradizionali. Ad aprile, Netflix ha annunciato l’intenzione di aprire un mercato privato affinché gli inserzionisti possano acquistare tramite DSP di Xandr e questo mercato privato è ora disponibile in aggiunta alle offerte garantite del mercato programmatico. Tuttavia, alcuni acquirenti di annunci non sono entusiasti dell’obbligo di acquistare l’inventario Netflix tramite la DSP di Xandr. I principali critici sono gli inserzionisti e le agenzie che utilizzano DSP diversi da Xandr per i loro acquisti pubblicitari al di fuori di Netflix e vogliono essere in grado di gestire questi acquisti più ampi attraverso un unico DSP. Aprire il proprio inventario a DSP diversi da Xandr non significherebbe necessariamente che Netflix aprirebbe più dati agli inserzionisti. Netflix ha impedito agli inserzionisti e agli utenti delle sue piattaforme di utilizzare i propri pixel di tracciamento, cosa che non è strettamente correlata al DSP. Tuttavia, aprire il proprio inventario a DSP diversi da Xandr potrebbe essere sufficiente per attirare maggiori entrate pubblicitarie per Netflix.

Fonte: digiday.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.