Polemiche sui Mondiali femminili in Spagna: perché Jorge Vilda viene criticato nonostante abbia vinto il titolo

Polemiche sui Mondiali femminili in Spagna: perché Jorge Vilda viene criticato nonostante abbia vinto il titolo

La vittoria della Spagna nella sua prima finale di Coppa del Mondo femminile contro l’Inghilterra domenica scorsa è un grande risultato considerando il contesto. In effetti, la squadra spagnola si è trovata di fronte a una protesta di molti dei suoi migliori giocatori contro la Federcalcio spagnola. Hanno inviato email separate ma identiche alla federazione nel settembre 2022, in cui denunciavano una mancanza di professionalità che influiva sul loro benessere emotivo e sulla loro salute. Hanno richiesto un chiaro impegno per un progetto professionale che tenesse conto di tutti gli aspetti necessari per ottenere le migliori prestazioni dal team.

Una protesta contro le condizioni di preparazione

Secondo The Athletic, i giocatori si sono lamentati di una preparazione insufficiente per le partite, compresi gli arrivi in ​​ritardo nelle città ospitanti e il viaggio in autobus quando sarebbe stato più conveniente volare. Hanno anche sollevato problemi con diversi allenatori, dicendo che avevano chiesto loro di lasciare aperte le porte della loro camera d’albergo fino a mezzanotte e di ispezionare i loro bagagli dopo essere usciti durante le cliniche. Sebbene i giocatori non abbiano mai chiesto esplicitamente il licenziamento dell’allenatore Jorge Vilda e del suo staff, era chiaro che il rapporto tra loro era complicato.

Una reazione della federazione che ha ignorato le lamentele

Invece di prendere sul serio le lamentele dei giocatori, la federazione ha subito appoggiato Vilda e criticato coloro che protestavano. Ana Alvarez, responsabile del calcio femminile della federazione, ha detto che le giocatrici dovrebbero scusarsi prima di essere reintegrate in rosa e ha aggiunto che “la federazione viene prima di tutto”. Di conseguenza, quei 18 giocatori hanno perso diverse amichevoli con la Spagna in autunno, inclusa una partita contro la nazionale femminile degli Stati Uniti a ottobre, che alla fine ha vinto la squadra indebolita. Ma le cose iniziarono a cambiare durante l’inverno.

Una risoluzione parziale

Hermoso è tornato in squadra a febbraio ea marzo sono iniziati i colloqui tra i giocatori e Alvarez. Paredes è poi tornato in squadra a marzo e Putellas è tornato dopo essersi ripreso da una rottura del legamento crociato ad aprile. Diversi giocatori si sono detti ottimisti sull’andamento dei colloqui con la federazione, che includevano l’assunzione di ulteriore personale di supporto, migliori condizioni di viaggio e maggiore libertà durante gli stage. Otto dei 15 giocatori che hanno inviato mail a settembre si sono quindi resi disponibili per essere selezionati per la rosa dei Mondiali. Alla fine ne furono selezionati tre: Bonmati, Caldentey e Batlle.

Giocatori che mantengono la loro opposizione

Tre giocatori, Leon, Guijarro e Pina, hanno affermato che le modifiche apportate non erano sufficienti per cambiare posizione. “Mapi Leon ha uno stile di vita e valori”, ha detto Leon a giugno. “Non posso tornare indietro se la situazione non cambia… Devono esserci dei cambiamenti. Non sto dicendo che non lo facciano, ma non li vedo. Quello che mi rattrista di più è dover rinunciare a qualcosa quando avrei potuto meritarmelo e contribuire. È un peccato.” Difficile dire se e come si evolverà la protesta dopo i Mondiali, o se la federazione spagnola e Vilda abbiano imparato la lezione necessaria dalla protesta pre-torneo. Sembra improbabile che sia così, dato che il presidente della federazione Luis Rubiales ha sostenuto Vilda e ha detto che l’allenatore si era “dimenticato delle persone… che volevano distruggerlo”.

Un successo mondiale che solleva interrogativi

Questa protesta e risoluzione parziale ha pesato sulla strada della Spagna verso la Coppa del Mondo, testimoniando gli ostacoli che i giocatori hanno dovuto affrontare per raggiungere questo momento storico. Alcuni, come l’ex attaccante dell’USWNT Christen Press, sperano che i successi della Spagna diano più peso alle giocatrici in un paese che ha storicamente ignorato il calcio femminile. Altri temono che il successo della Coppa del Mondo consentirà alla federazione di minimizzare le lamentele iniziali dei giocatori. È sempre legittimo chiedersi quanto avrebbe potuto ottenere questa talentuosa squadra spagnola se i giocatori fossero stati adeguatamente supportati durante tutto il processo.

Fonte: www.cbssports.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.