Prime Video aggiunge pubblicità?

Prime Video aggiunge pubblicità?

La pubblicità è qualcosa di cui le persone erano felici di sbarazzarsi. Lo streaming era eccezionale non solo per la sua grande quantità di contenuti, ma anche per la promessa di una visione ininterrotta. Molti di noi hanno tagliato il cavo con il cavo e non si sono mai guardati indietro. Il problema è che i servizi di streaming hanno notato che ci stavamo tutti sentendo un po’ troppo a nostro agio con il modo in cui stavano andando le cose.

Sanno cosa vuoi

C’è un vecchio detto: “Dategli il primo gratis”. Il ragionamento alla base di questa idea è che se qualcuno ottiene qualcosa che desidera veramente gratuitamente, sarà disposto a pagare per lo stesso prodotto in seguito. Questa è stata l’idea alla base dei servizi di streaming sin dal loro inizio.

Ci sono sempre stati programmi gratuiti per il primo mese, ma Netflix è stato il pioniere del servizio in abbonamento. Si sono resi conto che le persone erano felici di pagare un po’ di più per ricevere i propri DVD per posta e conservarli per tutto il tempo che volevano. Pertanto, il passo logico successivo è stato quello di offrire a queste stesse persone l’accesso a ancora più contenuti ogni volta che lo desideravano. Ma l’accesso ha un prezzo. Lo sanno tutti coloro che hanno tentato di entrare in un club esclusivo. E siamo un’azienda che ama l’esclusività.

Ora abbiamo più di una manciata di servizi di streaming, ognuno dei quali offre i propri contenuti. Cercano di tenere il più possibile i loro contenuti per sé. Ciò è del tutto comprensibile, ma se il contenuto non è abbastanza coinvolgente, le persone non torneranno. Ma ciò significa che devono spendere soldi per produrre spettacoli e film.

Allora da dove vengono questi soldi? Beh, è ​​venuto da te. I prezzi salgono, le persone pagano qualche dollaro in più al mese e guardano nuovi programmi. Ma questo paga solo i programmi. Non porta tanto profitto quanto gli studi cinematografici vogliono promettere ai loro azionisti. Questo li porta a cercare i passi successivi. Con il cavo ancora un’opzione, le persone potrebbero tecnicamente cavarsela con la TV “normale”. Ma non è quello che vogliono. Tuttavia, poiché gli streamer tengono tutti i loro contenuti per sé, il cavo sta diventando un po’ meno rilevante. Ciò significa che le persone sono ora costrette a utilizzare i servizi di streaming. Quindi gli streamer hanno iniziato a introdurre un nuovo termine: livelli.

Vengono intraprese azioni

Sebbene il sistema a livelli esista già, le persone stanno iniziando a rendersene conto ora che sta arrivando su Prime Video. Al momento, uno dei primi ad istituire questo sistema è Disney+, dove il livello più basso pubblicherà annunci pubblicitari durante film e programmi TV. Tuttavia, potresti pagare di più per vedere meno annunci o per vederne nessuno.

Ora Prime Video istituirà lo stesso tipo di programma. Rimani al livello più basso e vedrai gli stessi tipi di pubblicità della televisione “classica”. Hanno detto che ci sarebbero stati solo dieci minuti di spot pubblicitario all’ora, ma non c’è alcuna possibilità che il numero rimanga così basso. Ancora una volta, iniziano con qualcosa che sembra innocuo, poi ti bombardano con quello grosso.

In questo momento, dicono che se vuoi evitare la pubblicità, ti costerà $ 3 in più al mese, il che non suona male a nessuno, ma considera quella cifra un inizio. Quindi distribuiscilo su tutti i servizi di streaming che hai. Per alcune persone, questo potrebbe significare inizialmente $ 20-$ 25 al mese in più, per non parlare del fatto che questo sistema a livelli continuerà ad espandersi finché solo i servizi più esclusivi avranno accesso a una libreria completa.

Chiunque abbia Prime Video lo ha già sperimentato. Sono noti per offrire una moltitudine di opzioni disponibili solo per il noleggio o l’acquisto aggiuntivo. Al momento, altri servizi non dispongono di questo tipo di blocco.

Pertanto, le persone inizieranno a pagare 3 dollari in più, ma scopriranno che entro un anno o due il prezzo sarà raddoppiato e ora pagheranno tre volte di più per i loro contenuti in streaming. Gli studi sosterranno che questa è una parte inevitabile del processo e che devono pagare i loro scrittori, registi e talenti. Tuttavia, i veri vincitori sono gli azionisti e i dirigenti che portano a casa ingenti assegni bloccando i contenuti a coloro che non possono permetterseli.

Cosa succederà dopo?

Vedremo cambiamenti significativi in ​​futuro. I principali di cui abbiamo discusso sono gli aumenti dei prezzi. Quando Gunnar Wiedenfels, CFO di Warner Bros. Discovery, ha affermato che “molti ottimi contenuti hanno un prezzo molto inferiore al loro reale valore”, intendeva ogni parola. Presto vedremo enormi aumenti dei prezzi e i grandi streamer stringeranno accordi per monopolizzare il settore e rilevare i loro concorrenti più piccoli.

Il futuro inevitabile? Il pacchetto streaming. Al momento ci sono aziende consolidate, come Hulu e Disney+, perché possedute da un’unica entità. Ma solo perché il cavo sta morendo non significa che il suo modello non funzioni. Ha solo bisogno di aggiustamenti. Questo è il motivo per cui ci saranno uno o più servizi che inizieranno a stringere accordi con più servizi di streaming in modo da pagare un solo prezzo per avere più streamer contemporaneamente. Ma comporterà anche fasi e sarà reso il più difficile possibile da comprendere e confrontare.

In fondo, quando accendiamo la televisione, vogliamo farci abbagliare dai media. Quando gli streamer ci vedono accendere la televisione, vogliono che vediamo gli sponsor. In entrambi i casi.

Fonte: movieweb.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.