Rappresentanza latina in calo nei media – The Hollywood Reporter

Rappresentanza latina in calo nei media – The Hollywood Reporter

Un nuovo studio sulla diversità mostra che negli ultimi sei anni ci sono stati solo lievi aumenti nella rappresentanza dei Latinx in televisione e nei film.

Aumento e diminuzione della rappresentazione latina

Il rapporto “Latinos in Media 2023” di Latino Donor Collaborative (LDC) rileva che la rappresentanza latina davanti e dietro la telecamera è aumentata brevemente dal 2018 al 2021, quando ha visto un calo in quasi tutte le categorie. Da allora è leggermente aumentato.

Nel 2021, solo il 2,9% dei ruoli principali sullo schermo erano ricoperti da latini, così come il 3,7% dei ruoli secondari, il 2,5% degli showrunner e il 2,5% dei registi. L’anno successivo, queste cifre aumentarono rispettivamente al 2,6%, 2,6%, 1,4% e 1,5%, nonostante un aumento della popolazione latina totale negli Stati Uniti dal 18,7% al 19%. Quest’anno, finora, la presenza di latinoamericani nei ruoli principali è aumentata al 3,3%, al 5,7% per i ruoli secondari, all’1,6% per gli showrunner e all’1,9% per i registi.

Sul grande schermo, i latinoamericani hanno registrato un calo simile nella loro partecipazione davanti e dietro la telecamera tra il 2021 e il 2022, prima di ricominciare ad aumentare quest’anno. Nel 2021, i latini rappresentavano il 7,4% dei ruoli principali, il 4,3% dei ruoli secondari, il 6,9% degli scrittori e registi. Nel 2022, queste cifre sono scese rispettivamente al 5,1%, 2,6% e 2,9%, mentre i ruoli secondari sono aumentati leggermente dal 4,3% al 4,5%. Nell’agosto 2023, i latini rappresentavano il 5,7% dei ruoli principali, l’8,3% dei ruoli secondari, il 5,7% degli scrittori e registi.

Cambiare le abitudini di visione

Il rapporto afferma che, a causa del calo della rappresentanza dei latini, le abitudini di visione dei latini si stanno spostando verso le piattaforme online. Invece di rivolgersi costantemente ai principali canali TV e ai servizi di streaming più popolari, i latini trascorrono sempre più tempo su piattaforme come TikTok e YouTube, dove trovano contenuti più simili a loro.

Secondo Nielsen, i latinoamericani trascorrono il 57% di tempo in più su YouTube rispetto ai bianchi non ispanici. Pew Research riporta che il 31% dei latini utilizza TikTok, il 10% in più rispetto alla media di tutti i gruppi.

Ana Valdez, Presidente e CEO di Latino Donor Collaborative, dice a The Hollywood Reporter: “I latinoamericani sono leali fino a un certo punto, ma quando vedono che non c’è autenticità, non restano. Hanno bisogno di contenuti autentici e per avere contenuti autentici sono necessari creatori autentici. Ci sono così pochi registi, così pochi sceneggiatori, persone dietro la macchina da presa e talento. Siamo invisibili”.

L’impatto economico

Valdez sottolinea che, consentendo alla rappresentazione di Latinx sullo schermo e dietro le quinte di svanire, le aziende riducono i profitti e le entrate dei media.

Dice: “Ci sono soldi lasciati sul tavolo. Lo sciopero ha dimostrato che c’è molta insoddisfazione, e questa insoddisfazione viene anche dal pubblico. E un’altra cosa che abbiamo visto e continuiamo a dimostrare quest’anno è che con poco più del 3% dei ruoli principali, questi pochissimi ruoli rappresentano il 13% di tutti gli spettacoli di successo. Quindi la mia tesi è: perché non ne metti di più? I latini stanno vendendo e i latini stanno raggiungendo anche altre comunità”.

Il rapporto evidenzia che delle 987 serie prodotte e trasmesse nell’agosto 2023, solo 33 hanno un attore latinoamericano nel ruolo principale, mentre dei quasi 10.000 episodi trasmessi in televisione, solo 188 sono stati diretti da registi latinoamericani.

I dati per le diverse piattaforme

Il rapporto analizza anche la rappresentanza latina su diverse piattaforme di trasmissione e rileva che i ruoli principali latini negli spettacoli della NBC sono aumentati dal 5,6% nel 2022 all’8% nel 2023, così come i ruoli secondari dal 4,2% al 13%. Il canale ha registrato trend simili anche per showrunner e registi, avvicinandosi alla parità con il mercato latino (19,1%).

D’altra parte, sul lato dei canali via cavo, a parte Freeform, FX e National Geographic, quest’anno la maggior parte delle reti non ha avuto protagonisti latini, attori secondari, showrunner o registi. Anche i canali via cavo premium, come MGM+, Paramount, Showtime e Starz, non hanno presentato lead latini nel 2023, con Paramount che è stata la peggiore senza rappresentanza latina in nessuna categoria nel 2022 e quest’anno.

Anche i servizi di streaming, come Netflix, Max, Disney+ e Hulu, hanno avuto difficoltà, ma se la sono cavata meglio della maggior parte dei canali e delle emittenti via cavo.

Delle 113 serie prodotte da Netflix finora nel 2023, solo cinque presentavano un attore latinoamericano e solo l’8,4% dei ruoli secondari della superpiattaforma appartenevano a persone di origine latina, con numeri simili per registi e showrunner. Per quanto riguarda i film, il cast latinoamericano di Netflix è aumentato dal 5,8% al 7,3%, senza scrittori latini.

Max ha visto un calo significativo degli attori latini, dal 9,6% nel 2022 al 2% nel 2023, così come i ruoli secondari dal 4,8% al 2%, gli showrunner dall’11,5% allo zero e i registi dal 4,4% all’1% nei suoi film.

Disney+, nel frattempo, ha visto un aumento degli showrunner dallo zero al 3,3% e dei registi dallo zero al 4%. I ruoli principali sono invece diminuiti dall’11,1% al 6,7%, mentre i ruoli secondari sono rimasti invariati. Per i film online, Disney+ ha visto un aumento degli attori latini, da zero nel 2022 al 5,3% nel 2023, con un aumento dal 3,9% al 7,9% per i ruoli secondari, da zero al 15,8% per gli sceneggiatori e da zero al 5,6% per i registi.

Hulu ha ridotto i suoi ruoli principali dall’8,1% al 4,3% e ha aumentato i ruoli secondari dal 4,7% al 7,4%. Al contrario, gli showrunner sono scesi dal 5,4% al 4,3% e i registi dal 3,2% allo 0,4%. Per i film in streaming, Hulu ha visto una diminuzione dei ruoli principali dal 11,8% al 5,6%, un leggero aumento dei ruoli secondari dal 4,4% al 6,9%, un aumento significativo degli sceneggiatori da

Fonte: www.hollywoodreporter.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.