Recensione di “Strange Planet”: una commedia animata Apple divertente ma superficiale

Recensione di “Strange Planet”: una commedia animata Apple divertente ma superficiale

Scopri “Strange Planet”, la nuova serie animata su Apple TV+ che ti immerge in un universo strano e insolito. Le creature di “Strange Planet” sono figurine intelligenti e senza genere che navigano attraverso situazioni universali come la genitorialità, gli animali domestici e persino lo sport. Con un linguaggio unico preso in prestito dall’omonimo webcomic dell’autore Nathan W. Pyle, la serie fa luce sull’assurdità dell’esistenza, fornendo allo stesso tempo una divertita distanza.

Un universo astratto e satirico

Lanciato nel 2019 da Nathan W. Pyle, “Strange Planet” ha riscosso rapidamente un successo crescente con l’uscita di due volumi stampati e un gioco di carte. Per la serie TV, Pyle ha collaborato con il veterano showrunner Dan Harmon. Sebbene quest’ultimo sia noto per il suo umorismo cinico, questo adattamento rimane fedele alla sensibilità di Pyle. La serie si distingue dalle altre animazioni per adulti offrendo un tono più morbido e adatto alle famiglie, senza sacrificare la satira. Gli “Strange Planets” offrono una visione ampliata dell’esistenza, pur mantenendo uno stile di animazione accessibile a tutti.

Una visione musicale ed episodica

In questo adattamento televisivo, Pyle e il suo team hanno incluso molte canzoni per accompagnare le avventure degli “Strange Planets”. Inoltre, la serie introduce trame più lunghe durante i dieci episodi di trenta minuti. Tuttavia, queste storie potrebbero non affascinare completamente gli spettatori.

Personaggi multipli e indistinti

Il cast vocale di “Strange Planet” include artisti come Tunde Adebimpe, Lori Tan Chinn e Demi Adejuyigbe. Tuttavia, la maggior parte di loro non interpreta personaggi ricorrenti durante la stagione. Gli esseri di “Strange Planet” sono numerosi e volutamente indistinti. Le storie sono generalmente brevi, sotto forma di vignette con temi comuni. Ciò consente apparizioni a sorpresa di attori e attrici famosi, ma impedisce anche alla serie di sviluppare una profondità coesa.

Una superficie lucida, ma riflessi superficiali

Sebbene “Strange Planet” sia innegabilmente intelligente e divertente, manca di una risonanza più profonda oltre alle sue acute osservazioni sui paradossi della vita moderna. L’idea che la nostra società sia intrinsecamente assurda avrebbe più impatto se esplorata attraverso una narrazione più specifica o un personaggio principale più sviluppato. Tuttavia, la serie preferisce concentrarsi su uno stile distintivo piuttosto che sulla profondità narrativa.

I primi tre episodi di “Strange Planet” sono disponibili per lo streaming su Apple TV+, con nuovi episodi in onda settimanalmente il mercoledì.

Fonte: varietà.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.