Scopri Baby Reindeer: la commovente serie Netflix sull'ossessione e la compassione

Scopri Baby Reindeer: la commovente serie Netflix sull'ossessione e la compassione

Una nuova serie Netflix: Baby Reindeer

La nuova serie Netflix Baby Reindeer inizia con Martha, una donna emotivamente turbata, che fissa il suo sguardo sull'uomo di cui diventerà ossessionata. Il suo nome è Donny, è un barista/comico, e il suo errore fatale è stato offrirle un drink gratis e un po' di gentilezza spensierata a cui lei si aggrappa come un'ancora di salvezza. Lei lo perseguita e lo soffoca, inviandogli centinaia di ore di messaggi vocali, più di 40.000 e-mail e innescando una crisi esistenziale che abbraccia sette episodi, in onda il giovedì.

Il brutale realismo di questa serie deriva da Richard Gadd, uno scrittore, attore e comico scozzese che non solo ha creato, scritto e recitato in Baby Reindeer, ma ha anche vissuto questa storia. Poi, poco più che ventenne, è stato perseguitato da una donna con la quale non può più discutere i dettagli per motivi legali. L'esperienza, spiega, è durata circa cinque anni ed è coincisa con un periodo in cui “era alle prese con le conseguenze di gravi abusi sessuali”. Era consumato da pensieri ossessivi: “Non capivo come la mia vita fosse arrivata a questo punto. Sono cresciuto in una piccola città della Scozia con un solo negozio e non riuscivo a capire come all'improvviso mi trovassi a dover affrontare due gravi crimini allo stesso tempo.”

Aveva tenuto per sé la storia degli abusi sessuali. “Ti distrugge dall'interno, questi segreti, questa impotenza, questa riflessione, questa rabbia ossessiva e questo odio per te stesso.” E la vera Martha gli offriva qualcos'altro di inebriante: una fuga dalla terribile versione di se stesso che lo torturava ogni giorno. Come Gadd descrive nella serie, “Quando qualcuno ti vede attraverso tutto questo, ti vede come la persona che dovevi essere, lo noti. Noti che ti notano.”

Una nuova prospettiva sullo stalking

Molti film e serie TV hanno rappresentato gli stalker come i cattivi dei film horror. Ma Baby Reindeer offre sicuramente la rappresentazione più tenera di uno stalker mai realizzata. Gadd sostiene che lo stalking è una malattia mentale, lontana dalle rappresentazioni insidiose e maligne solitamente dipinte sullo schermo. Vede molta umanità nel suo stalker.

Donny apre la serie Netflix confessando che la prima volta che ha visto Martha, ha provato compassione per lei, proprio come ha fatto Gadd per il suo stalker. “Ho quella che la gente chiama empatia tossica”, spiega il trentenne. “Spesso provo compassione per le persone. E a volte non ne so niente, li incontro semplicemente per strada, e chi sono io per distribuire empatia? Ma con lei ho avuto subito l’impressione che fosse una persona che aveva bisogno di aiuto e non lo otteneva”.

Dal palco allo schermo

La prima versione di Baby Reindeer in realtà è arrivata circa cinque anni fa, quando Gadd lo ha eseguito in uno spettacolo di un'ora all'Edinburgh Fringe Festival nel 2019. Era una rappresentazione sarcastica e multistrato di una relazione di stalking che sembrava in parte thriller, in parte commedia oscura, in parte mistero psicologico. Ed è proprio questa versione che ha riscosso subito un grande successo. Gadd ci ha messo tutto il cuore, creando una trama in cui i danni subiti da Donny e Martha vengono gradualmente svelati.

Durante lo spettacolo, ha avuto 74 incontri con case di produzione ed emittenti prima di concludere un accordo con Netflix nel 2020 per realizzare una serie di sette episodi. Questa opportunità gli ha permesso di lasciare il suo lavoro quotidiano e dedicarsi completamente alla sua arte.

Fonte: www.vanityfair.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.