“Wish”: uno dei peggiori esordi di film d’animazione della Disney: ecco perché

“Wish”: uno dei peggiori esordi di film d’animazione della Disney: ecco perché

Le disillusioni “Wish” della Disney al botteghino, segno di difficoltà finanziarie

L’ultimo film della Disney, “Wish”, non è riuscito a sfondare al botteghino lo scorso fine settimana, aggiungendo una triste apertura teatrale alle scarse recensioni del film, rendendolo l’ultimo di una serie di delusioni finanziarie per la società mentre lotta per riavere il pubblico. nei teatri.

Fatti importanti

“Wish” della Disney ha debuttato al terzo posto al botteghino lo scorso fine settimana, ben al di sotto delle aspettative con un totale di 19,5 milioni di dollari in tre giorni per il fine settimana di apertura. È uscito negli Stati Uniti e ha incassato 31,7 milioni di dollari nel fine settimana del Ringraziamento.

Poco prima dell’uscita del film, prevista per il 22 novembre, Deadline e Variety avevano previsto un’apertura nazionale in cinque giorni fino a 50 milioni di dollari per un film la cui produzione era costata 200 milioni di dollari.

“Wish” ha superato il fine settimana di apertura di quasi tutti gli altri film prodotti dai Walt Disney Animation Studios, superando solo alcuni fallimenti come “Strange World” e “Raya e l’ultimo drago”, e non è riuscito a raggiungere le vette dei suoi sette film che ha aperto con oltre 45 milioni di dollari negli anni 2010.

Contesto chiave

Mentre la Disney ha riconosciuto le difficoltà con “Wish” che è diventato un altro flop finanziario, gli esperti del settore stanno cercando di capire perché anche le produzioni dello studio come “The Marvels” e “Indiana Jones e il quadrante del destino” hanno sottoperformato al botteghino quest’anno.

Ricezione e prospettive critiche

Il film “Wish” ha ricevuto recensioni contrastanti, con alcuni che lo considerano più un prodotto aziendale che un evento magico, mentre altri hanno notato che il film non riesce a suscitare un interesse urgente nel pubblico che affolla i film nei cinema.

I numeri al botteghino di quest’anno per i film Disney hanno generato l’ipotesi che lo studio debba concentrarsi più sulla qualità che sulla quantità per migliorare i propri risultati al botteghino.

Conseguenze e conseguenze

Ora è fondamentale che la Disney riveda la propria strategia di produzione cinematografica per garantire il successo delle sue future uscite cinematografiche. La prossima apertura prevista, “Deadpool 3”, segnerà un importante punto di svolta nel misurare l’impatto del cambiamento di strategia dello studio.

Fonte: www.forbes.com

Avatar photo

Sylvain Métral

J'adore les séries télévisées et les films. Fan de séries des années 80 au départ et toujours accroc aux séries modernes, ce site est un rêve devenu réalité pour partager ma passion avec les autres. Je travaille sur ce site pour en faire la meilleure ressource de séries télévisées sur le web. Si vous souhaitez contribuer, veuillez me contacter et nous pourrons discuter de la manière dont vous pouvez aider.